Home   
   Chi Siamo   
   Dove Siamo   
   Contatti   
   Links   
   News   
   Tecnologie   
   Attività

Dermatologia Clinica
  Acne
  Verruche
Prevenzione Oncologica
Mappatura nei e tumori
Tricologia
  Test genetico per la calvizie
Medicina Naturale
Radicali Liberi
Trattamenti Antiaging
  Peeling Chimici
  Biorivitalizzazione
  Filler
  Radiofrequenza n.a.
  Terapia Fotodinamica
  Igiene di vita
  Needling
  Veicolazione Transdermica
Radiofrequenze
Terapia Fotodinamica
Fotobiomodulazione LED
Cellulite e adiposità localizzate
Smagliature e Cicatrici
Capillari
Epilazione definitiva
   ACNE

L’acne è una malattia infiammatoria della cute, più precisamente del follicolo pilosebaceo.

Inizia con un aumento dell’untuosità della pelle, qualche punto nero (comedone),  seguito poi da papule arrossate e pustole; nei casi più gravi possono comparire anche i noduli.

Coinvolge la maggior parte degli individui, maschi (maggiormente) e femmine: è una tipica affezione dell’adolescenza ma può proseguire anche nell’età adulta, perdurando quindi a lungo nel tempo con fasi di acuzie alternate a periodi di miglioramento. Nella donna presenta spesso peggioramenti premestruali.

Sebbene tenda alla guarigione spontanea, richiede un intervento terapeutico tempestivo ed efficace: infatti  è vissuta spesso come una condizione invalidante, soprattutto dagli adolescenti, con importanti risvolti psicologici fino alla perdita dell’autostima. Inoltre un trattamento tempestivo ha il vantaggio di prevenire gli esiti cicatriziali che spesso insorgono, sia di tipo atrofico (con piccole cavità più o meno ampie) che di tipo ipertrofico, con piccoli rilievi cutanei permanenti.

È fondamentale che il paziente non sprema le lesioni per evitare il diffondersi dei processi infiammatori e infettivi e quindi il formarsi di cicatrici.

Le Terapie dell’acne sono numerose e devono essere scelte a seconda non solo del tipo di acne (comedonica, pustolosa, nodulare…), ma anche in base all’età del paziente, alla sua capacità di aderire alla cura  e al periodo dell’anno. Possiamo utilizzare sostanze topiche, come  cheratolitici, antibiotici, ac.azelaico, benzoilperossido, tretinoina… oppure nei casi più importanti fare ricorso a farmaci sistemici:   antibiotici, ormoni, isotretinoina.
In alternativa o meglio come integrazione terapeutica,  possiamo utilizzare farmaci naturali: impiegheremo tinture madri per il drenaggio cutaneo, granuli omeopatici o gemmoterapici per sfiammare e regolare la seborrea.
Importanti anche l’alimentazione e lo stile di vita: come per molte altre patologie cutanee, la pelle è lo specchio di quanto accade all’interno.Dobbiamo quindi prendere in considerazione eventuali squilibri ormonali; anche le situazioni di stress sia fisico che psichico possono essere importanti fattori aggravanti.

Deve essere posta una particolare attenzione ai riscontri emotivi di questa patologia, così comune in adolescenza ma vissuta talvolta con un tale coinvolgimento da diventare devastante per l’equilibrio psicologico del ragazzo.

In genere queste cure vengono prescritte per lunghi periodi di tempo (mesi o anni) . Hanno  il grosso inconveniente di richiedere impegno e costanza nell’applicazione, pena il fallimento della terapia.

Per accelerare la guarigione possiamo integrare le terapie domiciliari con vari trattamenti, da effettuare in ambulatorio: peeling chimici, con acido salicilico, mandelico, TCA e TCA modulato…Nelle forme infiammatorie e pustolose possono essere utili i laser (laser LBO frazionale), la terapia fotodinamica, la fotobiomodulazione e la Radiofrequenza non ablativa.

Gli esiti cicatriziali vengono attenuati (e talvolta scompaiono completamente) con peeling chimici, biorivitalizzanti, needling ; fra i trattamenti delle cicatrici da acne troviamo ancora la terapia fotodinamica, i LED, infine i laser e la Radiofrequenza frazionali .

Dermatologica di Fiorella Bini - Copyright 2017