Home   
   Chi Siamo   
   Dove Siamo   
   Contatti   
   Links   
   News   
   Tecnologie   
   AttivitÓ

Dermatologia Clinica
  Acne
  Verruche
Prevenzione Oncologica
Mappatura nei e tumori
Tricologia
  Test genetico per la calvizie
Medicina Naturale
Radicali Liberi
Trattamenti Antiaging
  Peeling Chimici
  Biorivitalizzazione
  Filler
  Radiofrequenza n.a.
  Terapia Fotodinamica
  Igiene di vita
  Needling
  Veicolazione Transdermica
Radiofrequenze
Terapia Fotodinamica
Fotobiomodulazione LED
Cellulite e adiposità localizzate
Smagliature e Cicatrici
Capillari
Epilazione definitiva
   RADIOFREQUENZE

Le radiofrequenze costituiscono una parte dello spettro elettromagnetico e sono utilizzate in Medicina , particolarmente in Dermatologia, ormai da molto tempo. Proprio questo loro lungo e proficuo impiego ci testimonia la innocuità del trattamento: lo spettro delle radiofrequenze usate in Medicina non è dannoso per la nostra salute.
Le radiofrequenze possono essere impiegate  per distruggere i tessuti, con una metodica chiamata RADIOFREQUENZA ABLATIVA,  o per rimodellarli : RADIOFREQUENZA NON ABLATIVA.

RADIOFREQUENZA ABLATIVA

E’ il principio utilizzato nel bisturi elettrico, che consente di eliminare neoformazioni cutanee e coagulare vasi.
La radiofrequenza ablativa trova applicazione nel trattamento di:

  • Neoformazioni cutanee benigne, come verruche, fibromi, angiomi, nevi.
  • Lesioni precancerose, ad esempio le cheratosi attiniche.
  • Neoplasie maligne : epiteliomi basocellulari e spinocellulari.
  • Elettroepilazione definitiva
  • Trattamento di teleangectasie (piccoli capillari dilatati). Queste ultime due metodiche sono descritte nei capitoli dedicati.

L’intervento viene praticato in ambulatorio e non necessita di ricovero.
In genere richiede una piccola anestesia cutanea ed è ottimamente tollerato, tanto che il paziente può riprendere immediatamente le abituali attività. 
Subito dopo residua una piccola abrasione che si risolve nel giro di alcuni giorni con opportune medicazioni domiciliari.
Il risultato estetico è generalmente buono: naturalmente occorre evitare il periodo estivo e comunque è consigliata l’applicazione di una crema solare protettiva per prevenire la comparsa di macchie.
Principale controindicazione è la presenza del Pacemaker.

RADIOFREQUENZA NON ABLATIVA

La Radiofrequenza non ablativa è una metodica  nata negli Stati Uniti alcuni anni fa per il rimodellamento della cute.  Sviluppa  all’interno della pelle un calore che provoca la contrazione e la riorganizzazione delle fibre collagene presenti nel derma (che rappresentano il sistema di sostegno della cute): inoltre stimola l’attività dei fibroblasti (cioè delle cellule che producono il collagene) con sintesi di nuovo collagene ed aumento della densità dermica.

La Radiofrequenza  è una metodica semplice, veloce e indolore; viene effettuata in ambulatorio e non è richiesta alcuna anestesia. Si utilizza un manipolo, collegato all’apparecchio, che viene posto a contatto con la zona da trattare dopo aver  applicato una particolare crema. Il paziente avvertirà una piacevole sensazione di calore nella zona trattata.

Questo tipo di trattamento può essere effettuato su tutti i tipi di pelle, a qualsiasi età ed anche nei mesi estivi, in quanto l’esposizione al sole non ne controindica l’utilizzo. Gli effetti positivi saranno maggiori quanto più la pelle sarà elastica e quindi più “rimodellabile”.

In molti casi la cute risulta visibilmente più tonica e compatta già dopo il primo trattamento. La radiofrequenza non ablativa è un trattamento sicuro in quanto utilizza frequenze comprese fra 1e 6 MHz, che sono assolutamente prive di pericolosità per i tessuti umani, com’è  testimoniato dal lungo utilizzo in medicina.

AREE  TRATTATE

La principale indicazione al trattamento con Radiofrequenza resta la lassità cutanea del viso, ( fronte, palpebre, zona perilabiale, contorni del volto), del collo e del decolleté. Tuttavia i risultati sono soddisfacenti anche per la perdita di tono di addome, braccia e mani, per ricompattare glutei,  cosce e ginocchia. La Radiofrequenza non ablativa è efficace anche per trattare numerosi inestetismi cutanei, come acne, smagliature e  cicatrici, cellulite e adiposità localizzate.

Negli Stati Uniti tale metodica è approvata dalla FDA (Food and Drug Administration) ed è definita come “lunch therapy”: il trattamento dell’intervallo di pranzo.  Infatti la seduta ha una durata di 20-30 minuti e subito dopo il trattamento il paziente potrà ritornare immediatamente alle sue normali occupazioni. Le applicazioni sono ripetute in genere una volta alla settimana fino ad un massimo di 5-6 sedute consecutive, seguite a seconda dei casi da trattamenti di mantenimento.

CONTROINDICAZIONI 

Portatori di stimolatori cardiaci e protesi metalliche
Gravidanza
Malattie autoimmuni ( sclerodermia e lupus eritematoso)
Coagulopatie e cardiopatie gravi
Diabete scompensato

 

 Novità

RADIOFREQUENZA FRAZIONATA 

Recentemente è stata messa a punto la RADIOFREQUENZA FRAZIONATA, chiamata così perché presenta alcune analogie col Laser frazionato.    In questa modalità dal bordo del manipolo originano microscintille che vaporizzano selettivamente alcune cellule della cute: attorno a queste restano zone integre che garantiscono il processo riparativo della pelle.  Si determina così un rinnovamento epidermico graduale, che porta non solo al rimodellamento del derma ma anche al trattamento di alcuni inestetismi superficiali.   Per questo la metodica frazionata rappresenta un ulteriore passo avanti nel trattamento di rughe superficiali, macchie, smagliature, cicatrici. Grazie al suo particolare meccanismo di azione, favorisce la penetrazione all’interno della cute di sostanze cosmetiche o farmacologiche, ad azione antiradicalica, depigmentante, ristrutturante… 

Pur intervenendo efficacemente sull’epitelio, non determina  la comparsa di abrasioni o croste e quindi non richiede medicazioni o periodi di riposo domiciliare post trattamento.

La Radiofrequenza Frazionata consente  il trattamento della cute a tutto spessore per un ringiovanimento globale: miglioramento della lassità cutanea e correzione delle irregolarità della texture.

Dermatologica di Fiorella Bini - Copyright 2017